SAMUELESILVA
archive(2005-2011)

Sepak Takraw

3 gennaio 2007

Sepak TakrawFra le foto di Sports Illustrated, una in particolare ha colpito la fantasia e la curiosità di molti miei lettori. Per chi non lo sapesse l’immagine (foto di Bob Martin) è tratta da un’importantissima partita di Sepak Takraw durante i giochi asiatici in Qatar. Al servizio (così è chiamato il movimento della foto) la fortissima atleta vietnamita Nguyen Thi Bich Thuy che porterà la sua squadra alla conquista del titolo. Io sono un grande appassionato di Sepak Takraw, sport che ho anche praticato ad altissimi livelli in gioventù. Ai primi di dicembre ho seguito in diretta tutte le partite dei giochi asiatici, il Sepak Takraw è uno sport bellissimo ed emozionante; peccato che in Italia non ci sia un vero e proprio movimento ma tutto sia dettato dalla passione di pochi. Sarebbe opportuno un maggiore coinvolgimento dei media: magari se la Rai trasmettesse qualche partita di campionato vietnamita, in prima serata, forse qualcosa potrebbe cambiare.

Sports Illustrated

1 gennaio 2007

Sono capitato quasi casualmente sul sito di Sports Illustrated e sono rimasto diversi minuti ad osservare le “The Year’s Most Interesting Pictures” che la rivista americana ha scelto per il 2006. Ne riporto quattro, le mie preferite: in realtà sono davvero tutte bellissime, alcune lasciano senza parole.

Monika Wolowiec of Poland (15) curves the ice in the skeleton women's heat at the 2006 Olympics.New York Knicks rookie guard Nate Robinson attempts a dunk during the 2006 NBA All-Star Slam Dunk contest, which he won.Participants at the annual Engadin skiing marathon are on their way from Maloya to S-Chanf in southeastern Switzerland.Houston center Yao Ming is reflected on the baseboards as he takes a shot against the Cleveland Cavaliers at home. Yao scored 24 points in Houston's 81-63 win.

Bergamo Campione D'Italia

11 maggio 2006

Sono bastate tre partite alla FoppaPedretti Bergamo per diventare campione d’Italia Femminile. Ieri sera la ragazze di mister Fenoglio hanno vinto nettamente la terza partita di una serie che non è mai stata in bilico. Troppo forti per le ragazze di Jesi, le nuove campionesse hanno dimostrato di essere ancora una volta (settimo scudetto in undici anni) le più forti. Protagoniste assolute della partita (secondo il mio giudizio) Francesca Piccinini, esemplare il suo pallonetto nel terzo set, ed Eleonora lo Bianco, ormai indiscussa leader della pallavolo femminile in Italia.


Eleonora Lo Bianco

20 marzo 2006

Mille sono i motivi che mi hanno portato alle Final Four di Cannes. Sicuramente però la presenza in campo di Eleonora Lo Bianco ha avuto il suo peso. Si, perchè da queste parti siamo suoi grandi tifosi. Ho un amico che stravede per lei, sia dal punto di vista sportivo sia, soprattutto, dal punto di vista estetico. Io avendo giocato, a livelli bassissimi, come alzatore apprezzo la sua lucidità e la sua calma. Mai un atteggiamento eccessivo, mai un comportamento sopra le righe; self-control direbbe Oronzo Canà. Ma d’altronde non si viene eletti miglior palleggiatrice d’Europa per caso…

Eleonora Lo BiancoEleonora Lo BiancoEleonora Lo BiancoEleonora Lo BiancoEleonora Lo Bianco

Final Four a Cannes

20 marzo 2006

Ieri pomeriggio, grazie ad alcuni biglietti omaggio forniti dall’Olio Carli, ho assistito alle Final Four di Champions League di Pallavolo Femminile. Quattro squadre (ovviamente), di cui due italiane, Bergamo e Perugia, una francese, Cannes, e una Turca, Istanbul. Ha vinto Perugia e ha vinto due volte: sconfiggendo le avversarie sul campo, le francesi del Racing Club, e soprattutto ha vinto sul pubblico, assordante, rumoroso e assolutamente schierato per la squadra di casa. Non avevo mai visto una partita di pallavolo femminile a così alti livelli; sono rimasto favorevolmente impressionato. La finale di Coppa Campioni è il massimo, lo spettacolo in campo è stato di primo piano con le migliori giocatrici del panorama europeo e mondiale. Qualche nome: Eleonora Lo Bianco, Francesca Piccinini, Neslihan Demir, Yuko Sano, Mirka Francia, Vittoria Ravva, Chiara Arcangeli e Dorota Swieniewicz, solo per citare alcune tra le più famose. Dai, mi sono divertito.

Una bella veduta di Chiara ArcangeliChiara Arcangeli in ricezioneIl Trionfo

Olimpiadi, finalmente !!

11 febbraio 2006

Sono iniziate le olimpiadi. Finalmente. Ho visto la cerimonia di apertura. Mi ha emozionato e colpito. Alcuni momenti sono stati veramente trepidanti, splendidi. Poi è arrivata lei, con quel sorriso che illumina. E mi sono commosso. Speriamo in una grande Olimpiade adesso.

Stefania Belmondo
Stefania Belmondo

Fabio Casartelli

18 luglio 2005

Dieci anni fa moriva, sulle strade del Tour de France, Fabio Casartelli.
Mi sembra giusto ricordarlo … ecco…

Jet Ski Championship

28 giugno 2005

Questo fine settimana è stato interamente dedicato alla fotografia. Come già detto ad Imperia c’era la terza tappa dell’European Jet Ski Championship ed io, come tutti gli appassionati, sono stato in prima fila per riprendere i bolidi del mare. Ho avuto anche la fortuna e l’incredibile emozione di un viaggetto in elicottero: legato con l’imbragatura, ho scattato alcune foto dall’alto. Pensavo di soffrire l’altezza e invece non ho avuto nessun tipo di problema, anzi… mi sono divertito non poco. Ecco alcune immagini…

Jet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European ChampionshipJet Ski European Championship

Il Fair-Play di Roddick

6 maggio 2005

Sulla terra rossa di Roma il numero uno americano Andy Roddick sta vincendo 7-6 5-3 40-0 con, quindi, tre match-ball a disposizione. Il suo avversario, lo spagnolo Verdasco, pensa bene di forzare il servizio e commette un doppio fallo consegnando di fatto la vittoria all’americano. Ma Roddick mentre si avvia a stringere la mano all’avversario vede che in realtà il servizio era valido e corregge il giudizio dell’arbitro di sedia. Verdasco ringrazia per l’omaggio, recupera il game, vince il set e quindi la partita 6-7 7-6 6-4.
Roddick probabilmente pensava di vincere ugualmente, se avesse saputo del risultato finale sicuramente sarebbe stato zitto. E’ comunque un gesto di classe, di coraggio, di Fair-Play.
Sarebbe come se al 90 minuto di una partita importante Pippo Inzaghi rifiutasse un rigore, forse decisivo e già decretato dall’arbitro, perchè a suo giudizio inesistente. FANTASCIENZA !!!!

Salvatore Antibo

11 marzo 2005

Mi ricordo molto bene Salvatore Antibo. Siamo a fine anni 80, io frequento ancora le superiori, e sono un grande appassionato di corsa. Dopo Cova e Panetta l’ultimo bianco a contrastare lo strapotere nero è proprio il siciliano. Mi ricordo la sua splendida gara alle olimpiadi di Seul, un argento bello, bellissimo. Mi ricordo anche però la delusione che provai ai mondiali di Tokio 1991. Ero fiducioso. Convinto che avrebbe vinto. Invece quella crisi incredibile, mi sentii tradito. Qualche giorno dopo venni a sapere della sua malattia. E’ stato l’ultimo grande mezzofondista italiano, l’ultimo che mi ha fatto emozionare. Oggi apprendo da Repubblica che ha ricevuto il “Vitalizio Onesti”, 17000 euro l’anno per andare avanti. Finalmente lo sport italiano riesce a combinare qualcosa di positivo, di buono. Non nego che probabilmente ci sarebbero persone più bisognose di lui, ma lui ha fatto sognare, è passato dall’altare alla polvere, e merita questo riconoscimento.

Where Am I?

You are currently browsing the Sport category at Samuele Silva.