SAMUELESILVA
archive(2005-2011)

Celtics Vs. Lakers – L'ombra di Larry Bird

6 giugno 2008

Negli anni 80 ero un discreto appassionato di Basket NBA. Un giocatore bianco dalla classe cristallina era diventato il mio preferito: guardavo tutte le sue partite e impazzivo per i suoi tiri chirurgici da tre punti, per i suoi assist, per i suoi recuperi. Sto parlando ovviamente di Larry “The Legend” Bird, numero 33 dei Boston Celtics. Ricordo diverse notti insonni ad assistere alle finali contro i Lakers guidati dal fenomeno Magic Johnson; il Boston Garden era diventata una specie di Mecca, dovevo andarci assolutamente (a dire il vero questo sogno è ancora vivo, chissà…). Poi Larry Bird si è ritirato, i Celtics sono sprofondati in una crisi paurosa e la mia passione è andata via via scemando. Ho sempre seguito con attenzione la parabola discendente della squadra biancoverde ma solo raramente mi sono permesso il lusso di guardare qualche partita. Troppe sconfitte. Ma adesso qualcosa è cambiato: c’è un trio delle meraviglie che ha permesso alla franchigia più titolata della NBA di tornare a lottare per l’anello: Allen, Pierce e Garnett. E questa notte inizia la sfida infinita: forse i Lakers sono più squadra ma i Celtics hanno almeno due vantaggi. Il fattore campo è il primo. La storia è il secondo. Su 19 finali disputate i Celtics ne hanno vinte ben 16 (14-14 il record dei Lakers) mentre il confronto con gli avversari di Los Angeles nelle finali è impietoso: 8 vittorie contro 2. Non so se riuscirò a guardare qualche partita (orari notturni improponibili) ma se si dovesse arrivare alla settima partita, al Boston Garden, potrei davvero fare il nottambulo come 24 anni fa.

Larry and Magic

* Gara 1: Boston Celtics 98 Los Angeles Lakers 88

8 Commenti

Categories