SAMUELESILVA
archive(2005-2011)

E adesso volata finale

6 maggio 2009

Schegge di ToroDopo la sconfitta di Firenze (prevedibile) rimangono quattro partite da disputare. Mi voglio però ancora soffermare un attimo sulla partita di domenica: il Toro si è visto annullare la sesta rete della stagione. Anche questa, con ogni probabilità, regolare. Sicuramente contro di noi sarebbe stato convalidato. Sappiamo bene che nel calcio sono i risultati che contano ed un gol all’ultimo minuto avrebbe cambiato radicalmente i giudizi del dopopartita. Dimentichiamo il passato e rivolgiamo il nostro occhio al futuro: domenica prossima arriva il Bologna. E’ una sfida decisiva: in caso di vittoria i granata di porterebbero a quattro punti di distanza dai felsinei e a due lunghezze del Lecce (sempre che i pugliesi riescano a battere il Napoli). La domenica successiva andrà in onda la sfida Bologna-Lecce. Il Lecce poi dovrà confrontarsi con Fiorentina e Genoa mentre il Bologna renderà visita al Chievo e quindi otterrà i tre punti contro il Catania. Ho elencato questa sfilza di partite semplicemente per mettere in chiaro l’importanza di una vittoria domenica prossima. Non esiste altro risultato per la banda di Camolese: Rosina, Bianchi e soci dovranno sfoderare la migliore prestazione della stagione e vincere l’ultimo confronto diretto. In caso di mancata vittoria (non voglio nemmeno parlare di sconfitta) si potrebbe già anticipare di tre settimane il verdetto: contro Napoli e Roma in trasferta e Genoa in casa potrebbe essere un’impresa riuscire ad ottenere cinque punti. Vincere a Napoli, contro una squadra in difficoltà e che non più molto da chiedere al campionato, sarebbe ottima cosa. Ma in questo momento sono concentrato sulla sfida dell’Olimpico: al Toro mancherà Sereni (incredibile la sua espulsione) ma penso e spero che Calderoni possa sostituirlo senza problemi. Spero inoltre di vedere in campo Abate e non Colombo (più danni che altro) e di riuscire ad evitare la presenza di Diana in mezzo al campo. Per il resto non rimane che affidarci a Bianchi, Dzemaili e Natali nella speranza che Rosina riesca a cambiare il corso della sua stagione e della sua storia granata nelle prossime tre partite; a cominciare da quella di domenica prossima. Forza Toro, nel cuore e nell’anima.

§ Leave a Reply

Categories