SAMUELESILVA
archive(2005-2011)

Nespresso oppure Lavazza?

26 maggio 2009

Sono nel panico più totale. Decisioni importanti da prendere e nessuna idea. Ho la necessità di comprare una macchina per il caffé espresso. Il consumo non è alto (non oltre le 30 cialde mensili per uso personale più eventuali ospiti) e la voglia di aspettare/sbattersi per una tazzina di caffè ancora più bassa (quindi abolisco la moka, soprattutto per una questione di gusto). I miei occhi si sono puntati verso due sole scelte: LavazzaA modo mio‘ e Nespresso. Non ho idea però di quali siano i costi e le scelte. Ho notato che Nespresso propone una quantità infinita di macchine mentre Lavazza utilizza Saeco e punto. La prima discriminante è ovviamente la qualità, poi il costo. Quest’ultimo mi sembra molto simile, sia per quanto riguarda le cialde (siamo oltre i 30 cent l’una) sia per quanto riguarda le macchine (intorno ai 160 euro). Qualche consiglio? Intanto vi invito a leggere questi due post: Wolly e Lulla; fanno pendere l’ago della bilancia verso Nespresso.

Quale macchina per il caffè?

51 Commenti

  • aggery ha detto:

    mokona (con capsule, che trovi online e basta).

    il caffè di quelle due è acqua.

  • Samuele ha detto:

    Mi piacerebbe anche un oggetto di design; la mokona Bialetti è inguardabile!!! ;-)

  • Gib ha detto:

    Io ho una Lavazza “A modo mio” e mi trovo benissimo, sia come semplicità d’uso sia come qualità del caffè. La Nespresso punta moltissimo sul marketing, a differenza di Lavazza che ha un approccio piu’ “torinese”. Penso che comunque facendo un giro di supermercati non avrai difficoltà a farti offrire un caffè fatto con una delle due macchine…
    A vantaggio di Nespresso c’e’ il numero esagerato di gusti a disposizione, per Lavazza attualmente sono 5+1 (dek).

  • erik ha detto:

    Mah, io sono un purista. Prenderei una macchina di quelle vere dove si mette dentro il caffè e non le cialde o le schifezze trendy da George Clooney. Anche pensando al costo una cialda 30 centesimi mi sembra un’esagerazione. E poi i caffè di quelle macchine non sono veramente buoni per niente. Il design non deve prevalere sul gusto. Come diceva Manfredi: “Il caffè è un piacere, se non è buono che piacere è?”. Comunque buona fortuna e buon acquisto, Erik

  • Stefano ha detto:

    cambia spesso guarnizione e filtro della moka e vedi che le lunghe attese spariscono ;)
    (pure il gusto ci guadagna, ma questa non mi ricordo in che pubblicità veniva detta :D )

  • rinkoboy ha detto:

    il nespresso non sono cialde ma capsule che contengono già il caffè che viene sono scaldato (e allungato forse…)

  • lullaby ha detto:

    la mia esperienza con la lavazza è stata negativa, come hai letto sul blog, però dal punto di vista del “gusto” non sono d’accordo con chi dice che è acqua. Anzi, sinceramente lo trovo più buono di altri caffè fatti con macchine “tradizionali” (e ci ho messo un po’ convincermi a prendere una macchina a cialde, sono una tradizionalista :-D).
    Sul prezzo posso dirti che per quello che ho visto la “A modo mio” è meno cara della Nespresso che avevo visto, a quasi parità di prezzo la prima fa anche il capuccino, l’altra no (per il modello superiore ci devi aggiungere un po’ di dindi).
    Il vantaggio secondo me è soprattutto che praticamente non sporca niente, non devi vuotare caffè e basta che ogni tanto svuoti il contenitore delle cialde usate. Per una pigra come me è una figata! :-D

  • aggery ha detto:

    *lullaby: dipende che metro di giudizio utilizzi per giudicare il caffè. Se lo paragoni a una moka, ovviamente non è acqua.., ma se parliamo di bar allora la storia cambia.

  • dorli ha detto:

    Nespresso tutta la vita..

  • Barbara ha detto:

    Il fidanzato da quando ha scoperto Nespresso ( e io gli ho regalato la macchinetta) ha cominciato a bere il caffè a casa , lo adora , ha i suoi colori ( gusti capsule ) preferite che alterna e ordiniamo tutto sul sito . Comodissimo . Io non amo il caffè espresso quindi non saprei ma a sua detta non ci sono paragoni , Nespresso tutta la vita

  • PiccoloSocrate ha detto:

    Torna alla classica macchinetta da caffè.
    La Nespresso fa un caffè troppo.. liscio e costa maledettamente cara!

    Pensa che cominciai ad usarla perché ottenni con i punti AE la macchina della Krupp per il Nespresso What else…

  • Samuele ha detto:

    Non faccio problemi di prezzo, bevo pochissimi caffè e alla fine il servizio è quasi ad uso esclusivo degli ospiti. Ho anche la caffettiera classica ed in caso di necessità posso sempre utilizzarla.

    Penso che opterò per Nespresso e no Rinkoboy: non sono capsule sono cialde con caffè polverizzato. Ne ho scassinata una questa mattina… ;-)

  • Napolux ha detto:

    In ufficio abbiamo una nespresso a cialde. Niente da dire sul caffè ma la macchinetta da noi dopo un po’ (qualche mese) comincia a rovinare il gusto del caffè (probabilmente “sporcandosi” internamente la macchina lascia qualche residuo) e non puoi fare manutenzione.

    Quindi a macchina nuova il caffè è stupendo, poi va via via scemando. Avendo un contratto “business” riusciamo in qualche modo a farci cambiare la macchina ogni tot rompendo le palle al rappresentante, ma per casa mia ci penserei 2 volte prima di acquistarla.

  • missk lorina ha detto:

    Noi abbiamo la macchina Lavazza in ufficio e il caffé non mi piace per niente (stesso problema definito da Napolux per Nespresso, il caffé alla lunga prende un sapore terribile). La mia migliore amica ha Nespresso e (per ora) funziona a meraviglia, i caffé vengono con più di mezzo centrimetro di crema e quelli più forti (se non sbaglio uno è il nero, buonissimo) sono davvero formidabili.
    Però come sapore di caffé per me Illy non conosce pari (e le macchine sono veramente belle, veri e propri oggetti di design!).

  • […] questo post potrà aiutarti nella scelta della tua macchina da caffè […]

  • manfrys ha detto:

    Avendole provate tutte, non cambierei la nespresso con niente. Dall’ordine fatto via web, il secondo giorno sono a casa le capsule, ci metto dentro l’acqua minerale e non vedo tracce di calcare et simili.

  • Samuele ha detto:

    ->Napolux & MisskLorina: ma in ufficio non vale. Quanti caffè fate al giorno? Io non riuscirei mai a rovinarla… arriverò ad una media di uno al giorno… Illy numero uno… infatti io ho intenzione di modificare le cialde e di infilarci il caffe Illy dentro. :-D

    ->Manfrys: ho provato ad ordinare le cialde, la confezione di benvenuto da 250. Ho ordinato, pagato e mi hanno detto che sono esaurite… :-(

  • Napolux ha detto:

    E invece vale. Se comunque fai 1 caffè al giorno ti durerà di più, ma comunque si “rovinerà” col tempo.

  • Barbara ha detto:

    Samuele noi abbiamo ordinato il kit per pulirla senno il calcare la rovina , ci si mette 5 minuti e torna come nuova ( quella da casa almeno)

  • Samuele ha detto:

    E quanto costa questo kit per pulirla?
    Sono curioso… ;-)

  • PiccoloSocrate ha detto:

    circa 10 euro per due “soluzioni” di anticalcare.
    continuo a ripetere, troppo caro !
    :D

  • lazzaro ha detto:

    MOKONA TUTTA LA VITA!!!!

    no a capsule ma normalissimo caffe in porvere. La accendi almeno 5 minuti prime di utilizzarla, poi fai un giro di acqua calda senza caffe, metti la polvere e vai.

    CAPPUCCINI STRAORDINARI!!! Stesso procedimento, fai uscire l’acqua dal vaporizzatore fino a che non esce il vapore e poi metti il latte e lo togli quando è caldo,

    E’ da 9 mesi che la uso e sono entusiasta! lasciq perdere quelle rumente!

  • Napolux ha detto:

    Ma non è tutta plastica la mokona? E poi parliamoci chiaro, è brutta.

  • lazzaro ha detto:

    Perchè le altre sono di ghisa? il rivestimento esterno è di plastica ma l’interno è di acciaio, tieni conto che la caldaia arriva a 20 BAR che è tanto ( + BAR + caffe buono).

    I più la bialetti è una garanzia e quella grigia è bellissima…MOKONA TUTTA LA VITA!!!!!!!!

  • Daniele ha detto:

    Nespresso tutta la vita: molto pi

  • Eta ha detto:

    Nespresso, what else?
    No davvero, se lo provi non lo molli più!

  • Anita ha detto:

    Concordo, io ormai sono nel “tunnel” di dipendenza da Nespresso, non riesco più a smettere!!!

  • PAPAS ha detto:

    IL GUSTO DEL CAFFE E SOGGETTIVO ,PERO UNA COSA SI DEVE TENERE CONTO CHE PIU CAFFE C E NELLA CAPSULA E PIU TROVIAMO UN ALTRO RISULTATO NELLA TAZZINA E CON NESPRESSO CHE LAVORA CON SOLI 5 GRAMMI NELLA CAPSULA IL RISULTATO SI VEDE E SI SENTE :IMBEVIBILE……………….

  • PiccoloSocrate ha detto:

    @PaPas: scusa, ma tradotto in italiano, cosa vuoi dire? :-)

  • daniele ha detto:

    si in effetti è vero è per quello che io ho deciso di acquistare il caffè Millenium ha 7 gr di caffè nella capsula e vi assicuro che oltre a essere molto cremo è anche molto corposo

  • PAPAS ha detto:

    TRADOTTO IN ITALIANO VUOL DIRE CHE SI FANNO I GIOCHETTI CON LA GRAMMATURA COME AD ESEMPIO LA BIDOSE LAVAZZA DOVRESTI TROVARE IL DOPPIO DEI GRAMMI OSSA 14 INVECE TE NE OFFRONO 11 COME MAI ……….L IMPORTANTE é PER QUASI TUTTI I CONSUMATORI BERE LA TAZZINA DI CAFFE E POI QUANDO TI LASCIA IL DOLCE ALLA FINE SONO SODDISFATTI……. E QUESTO MI FA PENA PERCHE L ESPRESSO FA PARTE COME FA PARTE ALTRI MIGLIAIA DI PRODOTTI ITALIANI HA QUEL PATRIMONIO ALIMENTARE CHE SOLO NOI POSSIAMO VALORIZZARE E RENDERE UNICO IN TUTTO IL MONDO……….SALUTI DAL GARDA.

    • Viola ha detto:

      X rispondere a PAPAS: la quantità ideale di caffè per capsula è compresa tra i 5 e i 7 grammi. Nespresso usa 5 gr. per i 9 “Grand Cru”, 6 per i “Lungo” e 6,7 per i “Pure Origin” e “Limited Edition”.

  • BIMBO ha detto:

    nespresso tutta la vita

  • Viola ha detto:

    La cialda è fatta di cellulosa (come le bustine del thè), la capsula di norma è di plastica o di plastica e alluminio. Solitamente il caffe fatto con le capsule è più buono, le cialde una volta aperta la confezione tendono a perdere l’aroma a causa dell’esposizione all’aria, le capsule essendo sigillate (vengono perforate nel momento in cui si fa il caffè) non presentano questo problema. La Nespresso usa solo le capsule di alluminio.

  • Enzo ha detto:

    Ma le macchinette elettriche standard dove le mettiamo? Io ho una Saeco Via Veneto da 7 anni che fa un caffe’ buonissimo, con la schiuma (beh, non 5 centimetri, sia chiaro). Comprata nuova per 50 euro, veloce, monodose o doppia dose, cappuccino, scaldalatte, tutto. Cialde, controcialde … ma quanto lo volete pagare il caffe’ a chilo? O anche il caffe’ deve diventare una tassa? Al Carrefour Lavazza Crema & Gusto 6 euro al chilo (4 confezioni da 250), 5 euro quando c’e’ l’offerta. E voi avete mai calcolate quanto state pagando un chilo di caffe’? (un chilo di caffe’, attenzione, non un chilo di alluminio o plastica, considerate il netto)

    … e sono anche napoletano, quindi di caffe’ (e di soldi) me ne intendo.

  • viola ha detto:

    Avete mai pensato che il caffe, soprattutto l’espresso, nonstante sia considerato una cosa da intenditori (un po come il buon vino), da veri italiani, aroma di quà, crema di là….non viene mica pagato come il vino buono…!? alla fine la materia prima è uva toscana o ciliegie brasiliane (per es.)….solo che noi paghiamo moooolto di piu l’uva pestata a pochi kilometri da noi che i migliori chicchi di Arabica provenienti dall’altra parte dell’oceano! L’ Arabica, è molto piu sensibile della Robusta, richiede piu attenzioni ed è per questo che costa di più ed è piu buona. Se le grandi aziende di torrefattori comprano dai coltivatori la Robusta perchè gli costa meno, perchè mai i coltivatori di Arabica dovrebbero sbattersi di piu e venir pagati meno!? Inizierebbero anche loro a coltivare Robusta e la qualità complessiva del caffè diminuirebbe! Quindi la morale della favola è che sarebbe meglio comprare caffè di alta qualità, quindi con la più alta percentuale di Arabica, e pagarlo il suo prezzo!! Per la cronaca, la percentuale di Arabica del caffè Nespresso è, in media, del 95%.
    P.s. Scusate il per il papiro che mi è venuto fuori..”

  • ottavio ha detto:

    è vero, il caffè nespresso è un po’ più caro, ma è squisito, inoltre quando mi si è guastata la macchina, sono venuti a prenderla direttamente a casa e UDITE UDITE mi hanno dato anche una macchina di cortesia ;-) non mi risulta che altri siano così seri..

  • Paolo ha detto:

    Io le conosco molto bene tutte e due, ti dico, sono un fissato e sono partito predisposto per la Nespresso ma poi…. ho comprato la lavazza.

    Una ragione su tutte: Trovi le capsule OVUNQUE, in qualsiasi supermercato, Nespresso puoi solo nei loro rarissimi punti vendita e al telefono e in internet… ma io ho pensato a quante volte ho finito il caffè ricomprandolo all’ultimo momento… mica posso programmarmi sempre con 5 giorni d’anticipo!!! che palle!

    Altra cosa… il caffè Lavazza è caffè! Il nespresso è una buona bevanda annacquata, ho preso “l’intenso” sperando in un qualcosa più simile al caffè del bar ma… niente, annacquato pure quello. Lavazza è molto più all’Italiana! d’altronde non è studiato per piacere agli americani.

    Ultima cosa: Lavazza hai il bocchettino per i cappuccini, caffè macchiato ecc, secondo me meglio avere una cosa completa, soprattutto se a parità di prezzo.

  • Samuele ha detto:

    ->Paolo: mi piace il tuo commento ma non condivido quello che scrivi. La tua ragione su tutte è inesistente: io ordino il caffè quando mi serve, sono molto preciso e non rimango mai senza capsule. Perché mai dovrei andare in un negozio quando un simpatico corriere mi porta direttamente il caffè a casa? Io non mi preparo con 5 giorni d’anticipo, mi preparo un mese in anticipo e non ho mai avuto problemi.

    A me il nespresso non sembra annacquato, anzi. Sono costretto a comprare anche i caffè più leggeri perché molte persone trovano l’intenso troppo forte. Il fatto che lavazza sia all’italiana non significa che sia migliore, anzi…

    Per ultimo: mai fatto un cappuccino. Non vedo proprio la necessità.

  • Giovanni ha detto:

    Samuele, grazie per il tuo post e per tutti i commenti molto esaustivi! sono anch’io alla ricerca di una risposta al dilemma lavazza o nespresso…
    diciamo che da tutto quello che ho letto ho capito che nespresso non ha paragoni giusto?
    avevo solo una curiosità… ma hai per caso sperimentato se nelle macchinette nespresso vanno anche le capsule di dolcegusto sempre di nescafè?

  • Samuele ha detto:

    ->Giovanni: no, le capsule dolcegusto non funzionano. Io non dico che Nespresso non abbia paragoni, penso che le differenze siano minime. Ho scelto nespresso per la qualità estetica, soprattutto, e per la gestione del pacchetto davvero perfetta.

  • vagabond ha detto:

    io ho nespresso regalo di natale da qualche anno ormai, la mattina prendo illy dalla moca puramente per la quantità oltre al fatto che si parla di illy….il nome è garanzia di livello superiore.
    la moca è sempre a guarnizione nuova (ogni mese è sostituita)
    nespresso ha macchine che fanno di tutto dipende dal prezzo che si vuol spendere…
    il caffè ha la schiuma da bar forse meglio visto che lo zucchero di canna fatica a scendere!!!
    color nocciola chiaro tendente al beige come dovrebbe essere…nè troppo chiaro ne scuro magrebino….
    per coloro che han detto che è tutta acqua…IMPARATE a farlo correttamente il caffè perchè è ovvio che se usate una cialda per riempire un bicchiere da 200cc viene all’americana…
    posso esprimermi solo sulla mokona bialetti avendola usata molto all’università…caffè illy caricata a dovere risultato ottimo!!!carichi di quasi tutto ma non si può vedere aspetto orribile
    nespresso forever ma dipende dai gusti e…dalle tasche

  • […] mio articolo sulle macchine da caffè ha suscitato commenti, discussioni e spunti interessanti. Qualche giorno dopo il post mi ha […]

  • SoulEater ha detto:

    In realtà c’è una bella differenza fra Nespresso e Lavazza.

    1 – PRESSIONE 19 bar di Nespresso contro 15 di lavazza. Una pressione più alta vuol dire crema più spessa e migliore espressione degli aromi.
    2 – CAPSULE. Plastica di lavazza (ad alte temperature non è il massimo, e personalmente ne sento un retrogusto vago quando bevo un a modo mio) e alluminio 100% di Nespresso, che fra l’altro è un materiale completamente riciclabile. Non lo sapevate che in Europa (e presto anche in Italia) portando le capsule usate in un qualsiasi punto vendita Nespresso, riciclano direttamente loro il tutto? Lo sforzo ecologico mi pare nettamente superiore…
    Per non parlare delle 16 diverse miscele di Nespresso contro le 6 di lavazza… 16 vuol dire che QUALSIASI preferenza per il caffè viene soddisfatta.
    3 – TEMPERATURA. La Nespresso ha un termoblocco brevettato che permette di mantenere l’acqua costante fra 86 e 91° IN TUTTI I MODELLI. Con lavazza si ha il ‘controllo della temperatura’ tra l’altro solo nel modello premium a 200 euro circa.
    4 – REPERIBILITA’: per vendere a modo mio è chiaro che si punta tutto sulla sua forza principale, e cio è il fatto che si trovano nei supermercati. Ma tutti i supermercati? Direi di no. E si trovano tutte le miscele? A quanto pare no. E mi sembra un disservizio notevole questo. La Nespresso non le distribuisce nei supermercati proprio per quello, con 16 varietà sarebbe impossibile farle trovare sempre tutte. Si evita un disservizio, e tra l’altro ci sono comunque molti negozi nespresso (praticamente al nord in ogni città) molto comodi e con un servizio coi fiocchi. Se invece non ci si vuole muovere da casa basta fare il numero verde o andare su internet, arrivano entro 48 ore lavorative.
    5 – ESTETICA. Vogliamo parlarne? Decisamente più piccole, meno ingombranti e con diverse gamme di macchine disponibili. La cosa è soggettiva, ma fino ad un certo punto…

    Insomma Lavazza sarà anche italiana, ma gli svizzeri ci hanno studiato bene. Basta confrontare i caffè per capirlo.

  • cicciociccio ha detto:

    Nespresso inarrivabile , ecco i motivi :

    -Qualità costruttiva delle macchine ed assistenza ( ritiro al domicilio ed estensione della garanzia di sei mesi post riparazione )
    -Pressione di estrazione del caffè a 19 bar contro i 15 di qualsiasi altra ( anche costosa con macinacaffè incorporato )
    – Capsule ermetiche in alluminio
    -Qualità del caffè nettamente superiore ,in termini di varietà coltivate , metodi di coltura e raccolta per rendersene conto basta andare sul sito di Nespresso
    per vedere i metodi di coltura e produzione
    -Il decaffeinato è prodotto senza utilizzo di solventi chimici ( se mi spiegate dove Lavazza , Illy e compani dichiarano quale metodo usano , fatemelo sapere ).

    -Attenzione all’aspetto sociale della produzione

  • Sardinya ha detto:

    Ho regalato la Nespresso a mio marito per Natale, attratta dalle misure contenute della macchina, perfette per la nostra cucina.

    E’ trascorso quasi un mese e gli unici caffé che abbiamo potuto fare sono stati quelli delle pochissime capsule (1 per tipo) date in dotazione alla macchina. Stiamo ancora aspettando quelle che abbiamo dovuto ordinare (con costi maggiorati delle spese postali) dato che, con mia sorpresa solo dopo l’acquisto, ho scoperto che le capsule non sono vendute attraverso alcun canale commerciale della mia provincia. Una scomodità che vanifica qualsiasi altro pregio. Grande delusione! Sconsigliata a chi non ha la fortuna di avere un punto Nespresso vicino a casa.

  • Davide ha detto:

    La mia compagna per Natale mi ha regalato la Nespresso Citiz & Milk, devo dire che non c’è paragone, ho provato qualsiasi altro sistema prima di Nespresso, quest’ultimo è insuperabile!
    Lavazza in capsule è imbevibile, idem per la Mokona.
    Se poi vogliamo parlare di estetica la Nespresso non ha rivali.
    Ultima cosa, non ho la fortuna di avere un Nespresso Shop vicino a casa, ma viaggiando spesso posso recarmi in quello più vicino, in ogni caso trovo comodissimo poter ordinare via internet, le capsule mi sono sempre arrivate puntualissime.
    Saluti.

  • Jelio ha detto:

    Da mia zia c’è Lavazza a modo mio, in casa mia c’è Nespresso. Posso con certezza dirti che il migliore in assoluto è NESPRESSO. Riesce a creare un aroma intenso, dal gusto morbido e prolungato. Molti critici preferiscono nespresso a molte altre marche…

  • ENRICO ha detto:

    In ufficio abbiamo il servizio della Lavazza con caffè a capsule.
    Francamente l’ho sempre trovato acido e troppo annacquato…
    A casa ho Nespresso e noto una grande differenza come qualità del caffè,
    confezionamento delle capsule e qualità del servizio di assistenza che prevede, tra l’altro, la sostituzione con una macchina di cortesia.
    È possibile ordinare via telefono, via web, presso il punto vendita, con pagamento in contanti, bancomat, carta di credito e b/b. Che si volete di più?
    Inoltre una grande varietà nella scelta dei gusti/aromi (17) rispetto ai soli 5 della Lavazza e trattamento decaffeinato senza sostanze chimiche nocive.
    Infine, anche se è meno importante dei motivi sopra elencati, un design gradevole e innovativo, un’immagine e un “mood” secondo me più accattivanti.
    Nespresso for ever.

  • bruno ha detto:

    Preferisco nettamente le capsule della Lavazza, il gusto e la “forza” del caffè è decisamente migliore, il gusto del caffè Nespresso ha quel retrogusto che ha il suo caffè liofilizzato, che per me sembra essere quasi un surrogato. Parere condiviso da tutta la famiglia.

  • § Leave a Reply

Categories