SAMUELESILVA
archive(2005-2011)

Eukanuba e l'arte del congiuntivo

17 febbraio 2010

Io proprio non riesco a sopportarla, non riesco a digerirla. Tutte le volte che sento la pubblicità Eukanuba mi viene un nodo allo stomaco, una sensazione terribile di fastidio: “..noi di Eukanuba crediamo che i cani sono belli fuori quando sono belli anche dentro…“. Proprio non ci riesco. Che Eukanuba può fare il miglior cibo per cani del mondo, ma io mai comprerò un loro prodotto. Perché puoi fare tutto quanto di male esiste sulla faccia della terra, ma non puoi sbagliare il congiuntivo. Proprio non puoi. Perchè io credo che l’italiano è una cosa importante; il congiuntivo soprattutto.

Ne parlano anche qua e loro rispondono qua. E forse non hanno tutti i torti (almeno sembra) ma è brutto uguale, anzi peggio.

7 Commenti

  • Giulio GMDB© ha detto:

    Se negli anni 60 e 70 la TV ha aiutato milioni di italiani a parlar correttamente l’italiano (prima molti non andavano oltre il loro dialetto locale) ora invece li sta aiutando a diventar più ignoranti sia con trasmissioni trash che con la lingua maltrattata come nella pubblicità che citi

  • rinkoboy ha detto:

    “Perchè io credo che l’italiano è una cosa importante; il congiuntivo soprattutto”

    :):):):):)

    • Samuele ha detto:

      ->RinkoBoy: io spero che tu hai capito che è un errore voluto. Spero…

      ->Giulio: come non darti ragione?? Una volta c’era Ungaretti che leggeva poesie, adesso c’è il Grande Fratello…

  • unablogger ha detto:

    nonostante certe cose mi facciano rivoltare lo stomaco… non posso non citare quanto segue:

    Altieri Biagi: “se, […] dopo aver studiato il congiuntivo, e sapendolo usare, voi deciderete di «farne a meno», di sostituirlo con altri modi, questa sarà una scelta vostra. Ciò che importa, in lingua, non è scegliere il modo più elegante, più raffinato, ma poter scegliere, adeguando le scelte alle situazioni comunicative” (ALTIERI BIAGI 1987: 770).

    cosi’ e’….

  • Marcello ha detto:

    Tempo fa su questo argomento ho scritto ad Eukanuba (quando una cosa mi provoca fastidio, mi attivo! :) ), che mi ha risposto (in modo “stizzito” – visto che mi dicono – tra le righe – che sono “confuso”) con una mail che sembrava “preconfezionata”: forse siamo in tanti ad aver notato quell’erroraccio! E per fortuna quella campagna pubblicitaria sembra terminata.

    Ecco la loro risposta (sarò un “aulico” – ma sono infastidito anche dall’uso, nella loro risposta, di inglesismi assolutamente non necessari, soprattutto in quanto risposta ad un telespettatore infastidito e non ad un pubblicitario):

    Grazie per aver contattato il nostro Servizio Consumatori Eukanuba in riguardo allo spot televisivo ora in onda.

    Ci dispiace davvero per la confusione che questo Le abbia potuto causare ma la costruzione verbale nello incipit del nostro Voice Over per Eukanuba non costituisce un errore grammaticale.

    Si tratta di una scelta di registro frutto di alcune considerazioni.

    Innanzitutto: per i verbi come il nostro “credere” il congiuntivo è sistematico nell’italiano aulico e nella lingua scritta, ma non lo è nel parlato e nella scelta di un linguaggio più informale.

    Nel nostro caso si tratta di un voice over (voce di sottofondo) e non di un cartello in cui compaiono delle frasi. Il nostro spot non è istituzionale e formale ma, anche dato il soggetto, è allegro, spontaneo, adatto a un linguaggio informale. Inoltre, nella frase di incipit viene usato l’indicativo, per risultare più incisiva e sicura.

    A seguire un estratto da: Dardano-Trifone, “Grammatica Italiana”, Zanichelli, 1995.

    L’uso dei verbi che denotano insicurezza e dubbio come pensare, avere l’impressione, credere, sembrare e simili prevede il congiuntivo nella secondaria:

    Penso che tutti siano là.

    In questi casi, l’uso del congiuntivo è sistematico solo nell’italiano di registro più elevato. L’uso dell’indicativo

    penso che tutti sono là

    denota una sintassi meno sorvegliata ed è quindi sconsigliabile nella lingua scritta, anche se il suo uso può essere giustificato da un maggior grado di sicurezza nell’enunciato.

    • Serena ha detto:

      Anche a me hanno dato la stessa risposta e veramente volevo strozzarli!!! Ignorante chi ha scritto il testo, ma anche tutti gli altri che lo hanno rivisto. No commento!

  • Angelo ha detto:

    Forse fanno riferimento al periodo ipotetico della realtà
    http://it.wikipedia.org/wiki/Periodo_ipotetico#Periodo_ipotetico_della_realt.C3.A0

  • § Leave a Reply