SAMUELESILVA
archive(2005-2011)

Rai per una notte, Luttazzi e la sinistra

28 marzo 2010

Giovedì scorso la rete si è fermata per assistere all’evento dell’anno: una trasmissione televisiva trasmessa solo in internet. Entusiasmo alle stelle, il futuro è alle porte. Io sono scettico e molto perplesso. Non ho visto la trasmissione in diretta, mi sono limitato a guardare i vari momenti su YouTube (nemmeno tutti) ma il mio giudizio è sostanzialmente negativo. Mi aspettavo qualcosa di diverso, qualcosa di nuovo. Invece Santoro, come scrive Wittengstein, ha confezionato una trasmissione TV (ma non mi aspettavo niente di meglio comunque) che si è limitata ad offendere ed attaccare Berlusconi e la destra. Un’occasione persa come suggerisce Facci. Che probabilmente hanno anche ragione ad insultare ed accusare il presidente del consiglio, ma io credo che a pochi giorni dalle elezioni fosse più interessante un programma politico che parlasse di politica, non un comizio elettorale di sinistra rivolto esclusivamente ad attaccare la destra ed il suo mentore. Bisogna informare sul perché votare sinistra, alzare la qualità del confronto e delle idee, non spiegare al volgo per quale motivo vi sta in culo Berlusconi; che tanto i fedelissimi di destra non hanno guardato ‘Rai per una notte’ e non hanno cambiato idea sull’amato presidente del consiglio. La stragrande maggioranza di coloro che voterà Berlusconi, per fede, non ha idea di cosa possa essere stata ‘Rai per una notte’. E un’eventuale curiosità è smorzata, subito, dai toni della trasmissione e dall’incipit, un vero insulto a Mussolini e al suo carisma. E poi è arrivato Luttazzi. Luttazzi è fantastico. Ma volgare. E la critica sulle volgarità e sul sesso (in televisione) è sempre feroce. Le donne si offendono (a ragione probabilmente), ad altri non piacciono le sodomie linguistiche. Nel 2010 abbiamo sdoganato certe volgarità. Ci succede tutti i giorni di prendercela nel culo, lo ammettiamo anche, ci fa piacere dirlo. E la metafora di Luttazzi è perfetta, calzante: fa presa su tutti, colpisce e affonda. Ma non perché è volgare ma perché è proibita, perché fa parte di tutto ciò che non si deve fare/dire/parlare. Luttazzi è stata una parentesi divertente ed instabile ma si deve cambiare registro: una buona parte degli elettori di destra conosce la situazione ma vota destra perché l’unico scopo della sinistra è detronizzare Berlusconi. Non governare l’Italia. Ma ho l’idea che questo cambio di pensiero avverrà (giocoforza) solo alla morte (fisica) del ‘lolito‘ di Arcore. Sempre che nel frattempo la carica di presidente del consiglio non si tramandi di padre in figlio.

10 Commenti

  • Simone ha detto:

    Santoro é discutubile come altri,
    ma finché l’anomalia Berlusconi non sará “denunciata” ogni giorno duramente da una opposizione sensata, qualcuno lo dovrá pure fare.
    70% di presenza nei TG del PDL contro 20% del PD, Berlusconi ore in una settimana contro i minuti di Bersani e gli altri quasi non pervenuti.

    In Italia il consenso all’80% si forma con le TV e l’80% sono controllate da Berlusconi ed il suo partito, tolto quel problema non sará piu necessario fare la solita “menata” contro berlusconi. Finché non sará cosi chiunque abbia un filo di spazio fa bene a farlo.
    Se il problema esiste da quando fu fatta la legge mammi che con 21 miliardi di tangente regalo un monopolio privato inesistente in tutti i paesi occidentali, la colpa é di chi non ripete la “solita solfa” contro Berlusconi. Se é diventata solo una “solita solfa” e non una emergenza nazionale é proprio perché con l’80% dello spazio TV é stata fatta diventare la “solita solfa”.

    ps: quando Santoro faceva la trasmissione dall’ex-jugoslavia e non molto dopo il governo di d’Alema cadeva per quella questione non era di parte? Quando faceva incazzare e andare via un ministro dell’ultimo governo di centro-sinistra che poi anche per quegli stessi argomenti face cadere il governo, non era imparziale?

  • Simone ha detto:

    ps: luttazzi é un genio, per la volgaritá ok, mettiamolo in seconda/terza serata, ma il fatto che uno come lui non possa fare TV da 8 anni é una cosa di cui un cittadino con un’idea di democrazia non puó che vergognarsi

  • Samuele ha detto:

    Io non discuto affatto Santoro. Come conduttore non mi piace molto, troppo prevaricatore, però non discuto lui ma la scelta del tipo di trasmissione. Non sono d’accordo sul discorso TV, una parte degli italiani sono stupidi ma non il 60%. Il vero problema è che la sinistra si concentra sull’antiberlusconismo ma non esiste come forza politica. Io preferisco non votare piuttosto che lasciare il voto a Bersani; non c’è uno straccio di idea, niente da proporre, solo ‘Berlusconi merda’. E, per quanto ne posso sapere io, così non si fa politica. Poi può essere anche giusto parlare delle malefatte del signor B. ma deve esserci anche un’alternativa valida; purtroppo in questo momento questa alternativa non c’è.

    Quando ha vinto le elezioni la sinistra (è capitato tre volte sempre con B. al potere) Berlusconi aveva comunque in mano le televisioni ma non è bastato. Perchè? Perchè gli italiani avevano visto nella sinistra una buona e valida alternativa. Si sbagliavano, ma questo è un altro discorso. :)

  • Simone ha detto:

    Samuele, il problema non é la destra é Berlusconi, e finché la destra non avrá il coraggio di andare avanti senza Berlusconi, saremo sempre li. Le TV danno consenso, non lo dico io, é cosi, l’80% della gente usa la TV come prima fonte per decidere, ancora non lo decido io, ci sono studi infiniti, in tutto il mondo, e la TV da consenso.
    Berlusconi avrebbe preso sempre meno senza le TV.
    Parli di idee, e quali sono quelle di Berlusconi? Ma ti rendi conto che si presenta parlando di “sconfiggeremo il cancro in 3 anni”, “l’unto dal singore”, etc… potrei stare qui per 10 pagine.
    Un leader di sinistra che dice e fa le cose che ha fatto Berlusconi avrebbe portato la sinistra non al 40% ma al 4%, Berlusconi quasiasi cosa faccia se anche perde, perde di poco, oppure vince. Grazie a cosa scusa? Dove sono le cose rivoluzionarie che hanno fatto e le idee? Lo dicono i liberisti del mondo occidentale che Berlusconi é inadatto a governare, e lui risponde che sono gli “amici della sinistra”, tipo l’Economist.
    Il problema della sinistra non é la mancanza di idee é che a volte hanno fatto lingua in bocca con Berlusconi, in piú al loro interno hanno anche loro tizi che pensano solo al loro tornaconto.
    Cosi facendo il contrastare Berlusconi é diventato non credibile, Veltroni ha ridotto il PD al minimi termini non menzionando Berlusconi e la sua impresentabilitá.

    La TV decide, guarda un esempio, l’ultimo governo di sinistra, fu votato perché dopo 5 anni qualcuno (pochi) di destra si erano vergognati del governo 2001-2006 e quelli non di destra si erano stretti attorno all’unica alternativa, un’accozzaglia di partiti.
    Dopo 20 mesi, non avendo i media per dire abbiamo fatto bene, tornando alle elezioni sono stati puniti severamente.
    Questa destra quei voti non li perde perché puó dire balle colossali all’80% degli Italiani che usano principalmente la TV. Non tutti abboccheranno, ma gli basta influenzare quel 4-5% che in Italia fa la differenza.

    esempio, cavallo di battaglia contro l’ultimo governo di Centro Sinistra, l’indulto (e giustamente), bene in TV in campagna elettorale fu fatto sparire quasi totalmente che era passato con i voti del PDL, visto che per far passare un indulto serve il 66%, cosa impossibile per quella maggioranza risicata.
    A parti invertite questo giochino non sarebbe mai potuto succedere.

    Siamo il paese dove la gente legge in media meno di 1 libro all’anno, vendite di quotidiani bassissime, il piu letto é la gazzetta dello sport, il primo di quelli politici bazzica sui 500-600mila non di piu.
    Come credi che la gente decida il voto?

  • Simone ha detto:

    ps: se veramente sei di destra, come ideologia (e parlo di liberismo in primis e non di fasciasmo), saresti un acerrimo critico di Silvio Berlusconi

  • Robie ha detto:

    Samuele un paio di cose:
    – Non era un trasmissione per il web, era una trasmissione TV trasmessa in TV e anche su Internet. io l’ho vista su repubblica TV sul DDT, si poteva vedere su Current e su decine di altre TV locali.

    – E’ vero poteva essere una trasmissione diversa, l’ho anche scritto sul mio blog, ma era un “grido” nel silenzio della parcondicio di Santoro & Co. che erano stati fatti chiudere con la scusa della parcondicio.

    – Hai perfettamente ragione qui: “Bisogna informare sul perché votare sinistra, alzare la qualità del confronto e delle idee, non spiegare al volgo per quale motivo vi sta in culo Berlusconi” però questo in italia non si può fare praticamente da nessuna parte perchè il conflitto di interessi sia nella forma che nella sostanza impedisce a chiunque di fare questo.

  • Samuele ha detto:

    ->Simone: sono in parte d’accordo sul tuo ragionamento. Ma ci sono alcuni margini di ritocco. Il vero punto del discorso è che Berlusconi fa passare il messaggio che piace alla gente, la sinistra no. Dispiace dirlo ma in Italia siamo razzisti e violenti, guardiamo dentro le nostre tasche e non ci interessa il sistema Italia. Berlusconi lo sa e agisce in questo modo. La destra non vuole gli extracomunitari, la destra difende chi spara ai ladri e tutta una serie di idee che piacciono molti agli italiani. Sai perché Berlusconi ha vinto le ultime elezioni? Perché a pochi giorni dal voto ha detto in televisione che avrebbe eliminato l’ICI. Semplice, ha fatto una promessa e l’ha mantenuta. Mia Zia era la persona più contenta del mondo e poco importa se Berlusca ha preso i soldi da un’altra parte. Se Bersani (carisma=0) andasse in televisione prima delle prossime elezioni politiche promettendo di togliere in Canone RAI sono sicuro che riuscirebbe ad aumentare nettamente le percentuali di voto della sua coalizione, forse anche a vincere. La politica è un gioco un po’ stupido: prometti un paio di cose importanti, vinci le elezioni, le mantieni. Non è difficile. Poi tutto il sottobosco di sotterfugi non si vede e questo Berlusconi riesce a farlo con le televisioni. Ma prima devi arrivare al voto con un leader carismatico e buone proposte; purtroppo la sinistra questo non riesce a farlo, il messaggio è semplice: “Votate noi perchè Berlusconi è un ladro, corrotto, mafioso”. La risposta del voto è molto semplice: “Chissenefrega: ha tolto l’ICI, mandato via i negri e portato via la spazzatura da Napoli”. Del come non interessa niente a nessuno (o quasi).

    P.S. Sull’indulto hai ragione, dimentichi un piccolo particolare: la Lega ha votato contro ed ha sbandierato ai quattro venti questa sua decisione. Adesso non stupirti se da quel giorno gli amanti del carroccio sono aumentati… :-D

  • Samuele ha detto:

    ->Robie: Giusti i primi due punti. Non mi trovo d’accordo sul terzo: io leggo cinque giornali (La gazzetta e Stampa su carta, Secolo XIX, Repubblica e Corriere sul web) e non mi sembra che non si parli di politica, non mi sembra che i politici non possano esprimere i loro progetti, le loro idee. La campagna elettorale c’è sempre, tutto l’anno, non solo 15 giorni prima del voto. Mi sembra inoltre che i giornali di cui sopra siano tendenzialmente di sinistra. Mi sembra che tutto questo sia una scusa per giustificare l’incompetenza e l’incapacità della sinistra italiana.

  • Simone ha detto:

    Samuele: come mai non compri giornali di destra? Chi ti costringe scusa a non prendere libero e il giornale?
    Tu sei un’eccezione Samuele, l’80% della gente si informa distrattamente dalla TV. La campagna elettorale é perpetua ed infatti la sproporzione nei TV dei partiti da quando la destra é maggioranza in RAI é fissa, sempre, in campagna elettorale di accentua.

    Ti faccio un esempio di condizionamento, usando la mancanza di certe informazioni e non una informazione deviata. La gente si ricorda perfettamente di Mastella che usava i voli di stato, era nella sinistra la tempo e fu un tormentone in TV. Le puttane & veline aviotrasportate sui voli di stato verso le ville sarde di Berlusconi hanno fatto un passaggio fugace, poi? Segreto di stato, ora chi fa foto ai voli di stato con le sue amichette viole il segreto di stato, i giornalisti non rischiano e solo forse il TG3, il fatto e un paio di altri giornali una mezza volta hanno scritto qualche cosina.
    Bella differenza é? Poi é ovvio che fra 10 indecisi virano piu a destra che a sinistra e fra 10 scettici di sinistra e 10 scettici di destra, 8 di sinistra se ne stanno a casa perché ricordano mastella mentre di destra ne stanno a casa solo 6 perché poi alla fine la destra é meno peggio.

    Ribadisco, tutto questo indipendentemente dalla incapacitá della sinistra di fare un’alternativa, ma con questi squilibrio alla base é clamoroso e va risolto, altrimenti la destra avrá gioco facile e potra governare facendo quasi nulla (ma potendo dire di avere fatto tanto) e la sinistra sará li, a chiedersi cosa deve fare, contrastando Berlusconi un giorni si e 4 no perché se no le 5 TV su 6 urlano all’antiberlusconismo.

    Chi ci rimette siamo noi!!!

  • Simone ha detto:

    ps: altro esempio,
    legge antifumo, ottima ben pubblicizzata e risultato potenziato perfettamente per il governo che giustamente l’ha fatta. ok.

    ultimo governo di centro sinistra, nella negativitá comunque 2 cose:
    – liberalizzazione di alcuni farmaci, -20% in 12mesi, quanto lo hai sentito dire? Sai cosa avrebbe fatto la destra avendo un risultato simile da sbandierare, sai i santo subito al miracolo per mesi e mesi?
    – provvedimenti contro l’evasione, lista clienti fornitori e pagamenti in assegno sopra una certa cifra (mi pare 1000 euro): in pochi mesi iva +17% con economia al palo, tutta evasione. 40miliardi in meno di 1 anno di aumento. Cosa passava in TV, tremonti che mentiva dicendo che non era recupero di evasione ma gli ammortamenti positicati della supercazzola … mentre tutti gli economisti nelle riviste di settore sapevano benissimo e affermavano che fosse ovviamente recupero di evasione.

    le porcate del centro destra passano fugacemente e per niente in TV, quelle degli altri restano per mesi, é l’unica differenza di rilievo fra i vergognosi governi degli ultimi 15 anni.

  • § Leave a Reply

Categories